Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SIAF - Sistema Informatico dell'Ateneo Fiorentino

Progetto DAFNE (progetto MIUR)

Logo Progetto dafne District Architecture for Networked Edition (DAFNE) è un progetto finanziato dal MIUR allo scopo di sviluppare un prototipo della infrastruttura nazionale per l'editoria elettronica (electronic publishing) in Italia. Il Progetto comprende l'analisi e la definizione dei modelli organizzativo, giuridico, commerciale e tecnologico al fine di definire un insieme di servizi e strumenti per supportare i soggetti coinvolti nell'intera filiera delle pubblicazioni digitali.

I due principali obiettivi di DAFNE sono: i) migliorare l'efficienza e l'efficacia della catena richiesta-offerta; ii) promuovere l'integrazione tra i due distretti della biblioteca digitale e dell'editoria elettronica. In questo contesto, DAFNE è inizialmente orientato ad analizzare le esigenze della produzione accademica e scientifica nell'ambito delle scienze umane e sociali.

Il progetto comprende cinque aziende: Ariadne (ICT), Bassilichi (e-commerce), Editrice Bibliografica (editore), Casalini (distributore ed editore) e il consorzio "Parco Scientifico e Tecnologico Galeo" (ICT). Il comitato scientifico comprende tre importanti Università (Bologna, Firenze e Padova), l'Istituto di Teoria e Tecnica dell'Informazione Giuridica (ex IDG) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la Biblioteca del Mulino e la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (BNCF). ll progetto ha una durata di tre anni, è iniziato nel mese di Ottobre del 2001 e termina alla fine di Marzo del 2004.

L'Università di Firenze participa a DAFNE nell'ambito di una convenzione con il Parco Scientifico e Tecnologico Galeo attraverso la Firenze University Press, responsabile della specifica del profilo dei metadati, e il SIAF che è responsabile della definizione del modello tecnologico e dell'architettura per l'integrazione di DAFNE nel contesto delle biblioteche digitali.

Il SIAF ha prodotto una serie di deliverable:

  1. D10: Ricerca, analisi ed individuazione di compatibilità con gli standard esistenti e individuazione delle possibili strade di integrazione con le tecnologie esistenti.
  2. D11: Ricerca, analisi e progettazione delle procedure organizzative e gestionali e rilascio delle specifiche funzionali per la creazione e l'aggiornamento dei metadati.
  3. D12: Definizione dell'architettura logica a macroblocchi del sistema complessivo sulla base del flusso dei servizi e delle transazioni da sviluppare nell'architettura tecnologica.
  4. D28: Formalizzazione dei requisiti e dei vincoli per l'integrazione dei sistemi/interfaccia di accesso utenti nazionali con le diverse risorse informative
  5. D30: Architettura per l'interfacciamento dei sistemi legacy di accesso con il sistema di metacatalogazione.
Il SIAF è inoltre responsabile delle attività di controllo e validazione del modello tecnologico compresi i sistemi di indirizzamento e di gestione del copyright.

Il modello tecnologico e la relativa architettura sono largamente basati sugli standard Web (XML, HTTP, URI, URN, WebServices), sul modello Open Archives Initiative (OAI) ed il relativo Protocol for Metadata Harvesting (PMH), sui metadati definiti dagli standard Dublin Core, PRISM e ODRL e sul modello "reference linking" di tipo "context sensitive" basato sul protocollo Open URL

In occasione del convegno mondiale DCMI 2002, tenutosi a Firenze nel mese di Ottobre 2002, è stato presentato un lavoro che descrive il modello tecnologico e l'insieme dei metadati di DAFNE:

Farsetti Antonella e Pasqui Valdo, District Architecture for Networked Editions: Technical Model and Metadata, Proc. Int. Conf. on Dublin Core and Metadata for e-Communities 2002, Firenze University Press, Firenze, 2002, pp.7-17.

Contatti presso C.S.I.A.F

Dr. Valdo Pasqui
Via delle Gore n.2 50141 Firenze
Tel. 055 4239 351
Cell. 348 7979656
e-mail: valdo.pasquiATunifi.it

 
ultimo aggiornamento: 24-Lug-2003
Unifi Home Page

Inizio pagina